Login

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

finestre fiori
Poesia di Alfonso Gatto
Vivi 

Una casa da nulla, una ragazza alle persiane
e il meriggio era dolce di vivere,
d'aver speranze e paure.
Il meriggio era vapori che lavorano
e gli uomini del canale
che mostrano il bianco degli occhi, ma vivi.
Una casa da nulla pareti accostate 
fragile ma viva, 
e sera che lascia aperta la porta 
e s'ode la fontanina 
s'ode la lampada apparsa sulla tovaglia. 
Non venga la notte, non venga la morte 
degli oziosi re di pietra, . 
non venga la legge delle .paure. 
Chi vive è leggero, 
è stanco in tutto il mondo.

Leggi le Poesie di Alfonso Gatto

Commenti

Potrebbero interessarti