Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Alessandro Poerio
Desiderio

S’io potessi levarmi ove l’idea
Qual chiara stella di Beltà m’invita,
Ed a ciò che nell’anima si crea
Spirar l’esterna vita,

Forse dal suon del disioso canto
Verrebbe amor nell’anime sorelle;
Forse le sforzerei talvolta al pianto
In cui si fan più belle;

Forse benedicendo al mio dolore
N’avrian dolcezza, e la parola mia
Lieta del suo passar di core in core
A me ritorneria.

Pur così com’ io dico, oltre la scorza,
Un’ alma sola penetri, e discenda
Divinatrice di secreta forza
Ed il mio cor comprenda;

Crescerà dentro il divinato affetto,
Sgorgherà come dal tentato suolo
Sgorga l’onda nascosa, e l’intelletto
Con più lontano volo

Del Vero la recondita bellezza
Vagheggerà più fiso, e più profonda
Fia di mistero in sì lucente altezza
La gioia vereconda.

Leggi le Poesie di Alessandro Poerio