Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Alberto N. Giulini: (PERDITA DI IDENTITA')

Attenti ai miti!

Sono mine che

ci scoppiano in faccia.

***

Viaggiatori solitari

nell'eco non spenta

                                                             diamo le nostre suole al vento.

N.B. L'autore si riferisce nell'ultimo verso, essenzialmente a Rimbaud che era definito "il ragazzo dalle suole di vento" dato che riuscì a fare a piedi diverse migliaia di km., prima che  infezioni e stress africani gli procurassero un tumore alla gamba che poi si diffuse in tutto il corpo del dolentissimo poeta, più unico che raro. - Invece nella prima parte, le varie mitizzazioni che si susseguono anche superficialmente ossia alla moda nell'inconscio collettivo, procurano danni spesso irreparabili, come mine che scoppiano in faccia distruggendo - per l'appunto - l'identità puramente soggettiva delle persone.





































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































 nel vento.