Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Ada Negri
Estate

Nei mesi estivi il solleone rende i muri così abbaglianti
che a fissarli vien sonno: tende gialle e rosse si abbassano
sui negozi; il nastro di cielo che s'allunga fra due strisce
parallele di tetti è una lamina di metallo rovente.
 Dolce è non far niente, accucciati sulle pietre roventi,
respirando il caldo. 

Ada Negri nacque a Lodi nel 1870, mori nel 1944. Di umilissime origini, dedicatasi dapprima all'insegnamento elementare, maturò poi a vasta notorietà di poetessa e scrittrice, ricollegandosi con calda naturalezza ai motivi più sentiti dalla propria generazione sul piano sociale e religioso.
È tra le voci più profonde di umane risonanze della poesia italiana d'ogni tempo.
Le sue diverse raccolte di poesie: Il libro di Mora; I canti dell'Isola; Vespertina; Il dono; Fons amoris, ecc. sono stati riuniti in un unico volume dal titolo Poesie.
Tra i romanzi ricordiamo: Stella mattutina; Erba sul sagrato.
Vendemmia.
Nel paese di mia madre,

TAGS:

Commenti

Potrebbero interessarti