Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-bruno-chisu/poesia-di-bruno-chisu-24-maggio.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtYnJ1bm8tY2hpc3UvcG9lc2lhLWRpLWJydW5vLWNoaXN1LTI0LW1hZ2dpby5odG1s
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Bruno Chisu
    24 Maggio

    Come vermi

    brulicanti nel formaggio,

    sotto terra

    in anguste gallerie,

    nella terza decade di maggio

    erano riunite

    le nostre fanterie.

    Poco lontano

    si udiva lento e lieve

    lo scorrere dell’acqua

    lungo il Piave.

    Al grido Italia, vai …

    in quell’orrido mattino

    tuonarono i mortai.

    Col terror della

    morte e la paura

    dei fanti, di sangue

    si concimò la terra

    e iniziò l’avventura

    dell’italico vanto

    per la sua gloria

    di mogli, figli e madri

    si levò il pianto,

    a maledir la guerra

    e la sua storia.

    Commenti

    Potrebbero interessarti