Login

Pin It

Aratura
Poesia di Guglielmo Lo Curzio

 

Nell'ampia pace vanno i lenti buoi:
lasciansi dietro la traccia feconda;
il vecchio aratro nella terra affonda
l'acuto dente, che nell'alba splende.
Urta e dirompe, arrestasi, riprende:
e non v'è inciampo che lo scarti. Poi
mentre il monte infuocato il sol
corona
l'uom canta, a ritmo, pungolando
i  buoi:
Dura è la terra, ma la spiga è
buona.

Pin It

Commenti