Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La nascita della Repubblica
Stato e Costituzione

Dall' Unità 1860) fino al 1946 la forma istituzionale dello Stato italiano fu lo monarchia. Con il referendum del 2 giugno 1946 i cittadini italiani hanno invece scelto di vivere in una Repubblica. La forma attuale del nostro Stato è dunque repubblicana. Repubblica è una parola che trae origine dal latino res pubbica, che significa cosa pubblica, cioè cosa che appartiene a tutti e che riguarda tutti.
Una def!nizione così, tuttavia, oggi non silgnifica molto; ci sono infatti Stati retti da una monarchia in cui il monarca non ha alcun potere effettivo e la gestione dello Stato è veramente "cosa di tutti"; e ci sono repubbliche che nella sostanza non sono affatto "res publica", bensì" cosa di pochi privilegiati", come avviene in tanti Stati dittatoriali.
Dire "repubblica", oggi, significa sostanzialmente dire che non c'è il re e-che il. potere dello Stato è affidato ad altri organismi.
Quali siano questi organismi, come siano composti e come si spartiscano fra loro i poteri fondamentali - legislotivo, esecutivo e giudiziario - dipende appunto dalle istituzioni che lo Stato si è dato. I principi e ordinamenti è fondata lo Repùbblica italiana.
Le istituzioni repubblicane italiane sono quei le previste dalla Costituzione, che è entrata in vigore il primo gennaio 1948.
Come è nata la nostra Costituzione?
Il giorno stesso in cui il popolo italiano, mediante un voto referendario, sceglieva la Repubblica  come forma di Governo, si svolgevano anche le p.rime elezioni veramente democratiche: libere e aperte a tutti i cittadini senza distinzione di censo e di sesso.
Gli eletti rappresentavano partiti... diversi,. che si erano costituiti dopo lo caduta del fascismo e durante lo Resistenza. Essi si riunirono e formarono l'Assemblea costituente, con il compito di scrivere il testo delra nuova Costituzione, che sostituì la Costituzione precedente  lo Statuto albertino così chiamato perché era stato promulgato da Carlo Alberto, re dello Stato di Sardegnai in seguito lo Statuto divenne la Carta costituzionale del Regno d'Italia).
Nell'arco di circa un qnno e mezzo, lo nuova Costituzione era già pronta.  Essa entrò in vigore il primo gen.naio del 1948 e da allora è lo legge fondamentale del!a Repubblica italiana.

Leggi le poesie 2 giugno
.

Commenti

Potrebbero interessarti