Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La leggenda di Natale
di Corrado Alvaro

Natale, Poesie di Natale, Canzoni di Natale, Babbo Natale

Quando nacque Gesù, Giuseppe, vedendo che il suo Bambino aveva freddo, andò a cercare un po' di fuoco in un prato dove c'erano alcuni pastori con il loro gregge.
A custodire il gregge c'era un cane, che mordeva tutti quelli che s'avvicinavano alle pecore.
Quella notte, invece, Giuseppe raggiunse i pastori e il cane non gli fece nulla.
I pastori, meravigliati, dissero:
Come mai questo cane non morde, stanotte?
E rivolti a Giuseppe chiesero:
Che cosa volete?
Vorrei un po' di fuoco...
E dove lo metterete per portarlo via?
Lo metterò qui... - rispose Giuseppe, mostrando un lembo del suo mantello.
Ma si brucerà! - esclamarono i pastori.
Giuseppe li rassicurò: - No, non accadrà nulla, credetemi.
I pastori presero un po' di fuoco e lo misero nel lembo del mantello.
Giuseppe se ne andò e i pastori dissero fra loro: «Vedrete come si brucerà tutto il mantello...».
Ma quando videro che il mantello non bruciava e che il cane non si muoveva e nemmeno abbaiava, pensarono che quell'uomo dovesse essere un uomo di Dio.
In quel momento apparve l'angelo del Signore che disse: - È nato il Messia!
Allora i pastori capirono e portarono frutta, agnelli e colombe al Bambino Gesù.


Poesie di Natale, Poesie di Capodanno, Poesie della Befana, Storia dei Re Magi, Epifania, Befana


Commenti

Potrebbero interessarti