Login

Pin It

Lorenzolotto

L'Adorazione dei pastori
di Lorenzo Lotto

Brescia
Pinacoteca Tosio Martinengo

Dopo il XVI secolo, gli artisti abbandonano la pittura su legno, materiale piuttosto pesante e ingombrante.I pittori preferiscono dipingere su una tela tenuta tesa su un telaio leggero. Smontata e rimontata, è più facile da trasportare. Il dipinto è del 1550 circa, su tela.
Già nelle opere del primo periodo veneto di Lorenzo Lotto era chiara, l'opposizione alle nuove poetiche di Giorgione e Tiziano.Dal 11509 al 1511 è a Roma, poi nelle Marche e dal 1513, a Bergamo.

Le opere che precedono il ritorno a Venezia (1526) tradiscono l'irrequietezza dell'artista che cerca di combinare esperienze diverse, spesso compiacendosi del gioco dialettico a cui lo costringe la loro contraddizione.
Artista informato, attento a tutto ciò che vede nel suo vagare tra veneto Marche e Lombardia, non lascia passar nulla senza discutere e obiettare; col suo gusto di andare contro corrente, nulla lo irrita più che le poetiche sistematiche, universalistiche.

Pin It

Commenti