Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Libro primo
Favole di Fedro
Le rane al sole

Esopo vide le nozze di un certo ladro, fastose, 
era un vicino di casa e prese subito a dire: 

Al sole l'estro un giorno venne di prendersi moglie, 
e le ranocchie levarono le grida sino alle stelle. 
Incuriosito da tale schiamazzo, Giove domanda 
di che si -lagnino. E una delle abitanti gli stagni:
«Basta egli solo, ora», dice, «a prosciugar le paludi,
e a far che noi, poverette, messe all'asciutto, si crepi.
Quando abbia fatto dei figli, che cosa capiterà?».

Traduzione in latino
Ranae ad solem
Vicini furis celebres vidit nuptias
Aesopus, et continuo narrare incipit 

Uxorem quondam Sol cum vellet ducere,
clamorem ranae sustulere ad sidera.
Convicio permotus quaerit Iuppiter
causam querellae. Quaedam tum stagni incola
«nunc» inquit «omnes unus exurit lacus,
cogitque miseras arida sede emori.
Quidnam futurum est si crearit liberos»?

Favole di Fedro, favole di fedro latino e italiano, favola di fedro con traduzione italiano latino

Commenti

Potrebbero interessarti