Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Libro primo
Favola di Fedro
I cani e i coccodrilli 

Quelli che agli uomini cauti danno consigli insidiosi 
perdono tempo, e ne han lo scorno e le beffe. 
Nel Nilo, dicono, i cani sogliono bere correndo,
che i coccodrilli non se li portino via. Nel momento
dunque che prende, uno d'essi, a bere l'acqua, di corsa,
«Leccala pure a tuo comodo», un coccodrillo gli dice,
«senza paura». E il cane: «Perbacco che lo farei,
se non sapessi che vai pazzo, tu, della mia carne».

Canes et corcodilli
Consilia qui dant prava cautis hominibus
et perdunt operam et deridentur turpiter.

Canes currentes bibere in Nilo flumine,
a corcodilis ne rapiantur, traditum est.
Igitur cum currens bibere coepisset canis,
sic corcodilus «quamlibet lambe otio,
noli vereri». At ille «facerem mehercules,
nisi esse scirem carnis te cupidum meae.»