Login

Pin It

Favola di Esopo
L'asino e l'ortolano

Un asino che era al servizio di un ortolano, pregava Zeus per esser liberato del suo padrone e venduto ad un altro, dato che lì mangiava poco e faticava molto.
Zeus l'ascoltò e fece si che fosse venduto ad un vasaio; ma egli fu di nuovo malcontento, perché, a portare argilla e vasellame, faticava più di prima.
Supplicò quindi di cambiare nuovamente, e fu venduto a un conciapelli.
Caduto così in mano d'un padrone peggiore dei precedenti e vedendo il mestiere che egli esercitava, sospirava e diceva: Ahimè disgraziato! era meglio che rimanessi con i padroni di prima, perché questo, vedo bene, mi concerà anche la pelle.

Questa favola mostra che i servitori non rimpiangono mai tanto il primo padrone, come quando hanno provato il secondo.

Favole sul rimpianto

Pin It

Commenti