Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Favola di Esopo 
Del marito, e la moglie

Era la Moglie di uno, nemica a tutti quei che dimoravano in casa.
Il Marito voleva saper se questo faceva a quelli del padre; e con certa scusa la mandò a casa del padre; ed indi a pochi dì tornando essa,
le dimandò il marito, come s’era 
diportata con quelli di casa, ed essa rispose: Li bifolchi, ed i pastori mi volevano male;
ed il marito disse: Se tu avevi in 
odio quelli, che hanno cura de’ bestiami, che la mattina si partono,
e tornano la sera, che si può sperare, di quelli co’ quali tutto il dì tu conversavi.

Moralità della favola.

Questa favola dinota, che da picciole cose si conoscono le grandi, e da cose manifeste si conoscono le dubbiose.

Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545) noto con lo pseudonimo di Sere Stentato

Leggi le favole di Esopo