Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La protesta delle classi oppresse si manifesta col canto popolare: una forma di comunicazione poetica che è stata soprattutto uno strumento di lotta per la liberazione dallo sfruttamento.

La protesta degli oppressi
Son la mondina -
son la sfruttata -
Son la mondina son la sfruttata
son la proletaria che giammai tremò
mi hanno uccisa e incatenata
carcere e violenza nulla mi fermò.

Coi nostri corpi sulle rotaie
noi abbiam fermato il nostro sfruttator
c'è molto fango nelle risaie
ma non porta macchia il simbol del lavor.

E lotteremo per il lavoro ~
per la pace il pane e la libertà,
e creeremo un mondo nuovo
di giustizia e di nuova civiltà.

Questa bandiera gloriosa e bella
noi l'abbiam raccolta e la portiam più in su,
dal Vercellese a Molinella
alla testa della nostra gioventù.

E se qualcuno vuoI far la guerra
tutti uniti insieme noi lo fermerem:
vogliam la pace sulla terra
e più forti dei cannoni noi saremo

Commenti

Potrebbero interessarti