Login

Pin It

Canto di guerra
E l'an taglia i suoi biondi capelli

E l'an taglia i suoi biondi capelli,
la si veste da militar,
lé la monta sul cavallo,
verso il Piave se ne va.

Quan' fu giunta in riva al Piave
d'un tenente si l'ha incontrà;
«Rassomigli a una donzella
fidanzata d'un mio soldà.»

« 'Na, donzella io non sono,
né l'amante di un suo soldà;
sono un povero coscritto
dal governo son stai richiamà. »

II tenente la prese per mano,
la condusse in mezzo ai fior:
«E se lei sarà una donna
la mi coglierà i miglior.»

«I soldati che vanno alla guerra
non raccolgono dei fior,
ma han soltanto la baionetta
per combatter l'imperator.»

Il tenente la prese per mano,
la condusse in riva al mar:
«E se lei sarà una donna
la si laverà le man.»

«I soldati che vanno alla guerra
non si lavano mai le man,
ma soltanto una qualche volta
con il sangue dei cristian.»

Il tenente la prese per mano,
la condusse a dormir:
«Ma se lei sarà una donna
la dirà che non può venir. »

« I soldati che vanno alla guerra
lor non vanno mai a dormir,
ma stan sempre sull'attenti
se un qualche attacco l'an vedon venir.»

Suo papa l'era a la porta
e sua mamma l'era al balcon
per veder la sua figlia
che ritorna col battaglion.

«Verginella ero prima,
verginella sono ancor
ed ho fatto sett'anni a la guerra
sempre al fianco del mio primo amor.»

Canzone narrativa estesa in tutta Europa, con il titolo La ragazza guerriera. Di origine arcaica, ha subito diverse trasformazioni. Questa versione è aggiornata alla prima guerra mondiale.

Pin It

Commenti