Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Canto di protesta
La canzone della lega
Sebben che siamo donne
paura non abbiamo
per amor dei nostri figli
per amor el nostri
sebben che siamo donne
paura non abbiamo
per amor dei nostri figli
in lega ci mettiamo
a oilì oilì oilà
e la lega la crescera
e noialtri socialisti
e noialtri socialisti
a olli olli oilà
e la lega la crescerà
e noialtri socialisti
vogliamo la libertà
E la libertà non viene
perché non c'è l'unione
crumiri col padrone
son tutti da ammazzar
a olli olli oilà ecc.
Sebben che siamo donne
paura non abbiamo
abbiam delle belle buone lingue
e ben ci difendiamo
a olli olli oilà ecc.
E voialtri signoroni
che ci avete tanto orgoglio
abbassate la superbia
e aprIte portaroglio
a olli olli oilà
e la lega la crescerà
e noialtri lavoratori
e noialtri lavoratori
a olli olli oilà
e la lega la crescerà
e noialtri lavoratori
i vurùma ves pagà
Anche questa canzone è del primo dopoguerra e testimonia il nascere di numerose Leghe contadine per lo più di tendenza socialista nella pianura padana, con lo scopo di tutelare i diritti dei lavoratori agricoli.
Importante anche il fatto che questa è una delle rarissime canzoni popolari dell'epoca in cui le donne hanno un ruolo politico attivo.

Commenti

Potrebbero interessarti