Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Friedrich Wilhelm Nietzsche
Cronologia della vita e delle opere
Biografia di Friedrich Wilhelm Nietzsche

1844. Il 15 ottobre a Rocken, piccolo villaggio della Sassonia prussiana, nasce Friedrich Wilhelm Nietzsche da Karl Ludwig, pastore protestante, e da Franziska Oehler, anch'essa figlia
di un pastore protestante. Due anni dopo nascerà la
sorella Elisabeth, mentre il padre morirà nel 1849.
1850. Franziska Nietzsche si trasferisce con i figli a Naumburg. Il piccolo Friedrich viene cresciuto in un'atmosfera fortemente religiosa-protestante; come in tutte le famiglie dei pastori protestanti, accanto alla lettura della Bibbia, notevole importanza hanno, oltre la poesia, la musica e il canto.
1858. Friedrich è ammesso alla scuola di Pforta, fondata già nel XVI secolo, dove avevano studiato KIopstock, Fichte, Ranke. Vi riceve una rigorosa formazione classica; tra le sue letture giovanili Byron, Holderlin, Emerson, Sterne, Goethe, Feuerbach. A Pforta stringe amicizia con Paul Deussen e Cari Gersdorff.
1860. Insieme a Gustav Krug e Wilhelm Pinder, suoi amici di Naumburg, fonda l'associazione musicale-letteraria «Germania», «allo scopo di organizzare in modo solido e impegnativo le nostre inclinazioni produttive nell'arte e nella letteratura» (Nietzsche); l'associazione rimane in vita per tre anni.
Tra i saggi
composti per la «Germania» sono da ricordare Fato e volontà e Libertà della volontà e fato, che già indicano in nuce la tendenza antimetafisica del pensiero nietzscheano futuro.
1864. Nietzsche a Bonn per frequentare l'università, insieme a Paul Deussen. Si iscrive alla corporazione studentesca «Franconia» anche se la sua natura schiva non sopporta la vita studentesca.
1865. Nel febbraio a Colonia: durante questa gita si sarebbe verificato l'episodio della visita al bordello, che attirò poi l'attenzione di biografi, medici, psichiatri interessati a dimostrare o confutare l'origine luetica della malattia mentale di Nietzsche. L'episodio sarà ripreso da Thomas Mann nel Doctor Faustus.
In ot
tobre si trasferisce all'Università di Lipsia, per seguirvi Friedrich Ritschl, ivi trasferitosi da Bonn, uno dei massimi filologi classici tedeschi, maestro e amico poi di Nietzsche. Prima lettura di Schopenhauer.
1867. Sul Rheinisches Museum, diretto da Ritschl, esce il primo lavoro filologico di Nietzsche su Teognide. Stringe amicizia con Erwin Rohde. Servizio militare nell'artiglieria a cavallo a Naumburg, interrotto nel marzo dell'anno seguente a causa di una caduta da cavallo.
1868. Interessanti appunti di studio su Democrito, nei quali confluiscono alcuni interessi «scientifici» di Nietzsche e l'eco della lettura della Storia del materialismo di F. A. Lange, già conosciuta nel 1866.
Un lavoro di Nietzsche sulle fonti
di Diogene Laerzio viene premiato dalla Università di Lipsia, dove egli lavora
ora come Privatgelehrte. A casa dell'orientalista Hermann Brockhaus conosce, in novembre, Richard Wagner.
1869. Il 13 febbraio viene chiamato alla cattedra di filologia classica dell'Università di Basilea.
Il 23 marzo l'Università di Lipsia gli concede il titolo di dottore
in base ai lavori apparsi sul Rheinisches Museum. 1119 aprile giunge a Basilea, e trasferito Wagner, per l'inizio dei lavori di costruzione del teatro wagneriano; Nietzsche fa la conoscenza di Malwida von Meysenbug. Attacco di Wilamowitz alla Nascita della Tragedia, cui replicano Wagner e Rohde. Dall'autunno prime idee delle Considerazioni inattuali sulla storia e su Schopenhauer. Per Natale fa omaggio a Cosima Wagner di Cinque prefazioni per cinque libri non scritti.
1873. La filosofia nell'età tragica dei Greci e Verità e menzogna in senso extramorale (pubblicati solo postumi). Stringe amicizia con Paul Rée. Primi disturbi agli occhi. In agosto esce la prima Considerazione Inattuale su David Strauss l'uomo di fede e lo scrittore. Un Appello ai Tedeschi per il teatro di Bayreuth
viene respinto dalle associazioni wagneriane perché troppo «pessimistico».
1874. Pubblica le Inattuali: Sull'utilità e il danno della storia per la vita e Schopenhauer come educatore.
1875. Appunti per l'Inattuale, rimasta allo stato di abbozzo, Noifilologi. Lettura di Dhiiring, programmi di studi scientifici. Peggioramento delle condizioni di salute.
1876. In agosto primo festival di Bayreuth, con prima esecuzione dell'Anello del Nibelungo; in occasione del festiva! appare la quarta Inattuale: Richard Wagner a Bayreuth. Delusione di Nietzsche per il festival di Bayreuth, «dove si era raccolta tutta la marmaglia oziosa d'Europa [...] come se a Bayreuth si fosse scoperto un nuovo sport. E in fondo non era niente di più». Primi appunti de Il vomere, destinati poi a Umano, troppo umano. Cattive condizioni di salute. Dalla fine di ottobre a Sorrento, ospite di Malwida von Meysenbug, con Paul Rée e Albert Brenner. Ultimo incontro con Wagner, anche lui a Sorrento.
1877. Molte letture nell'inverno a Sorrento, tra cui Diderot e Voltaire; sempre a Sorrento, Rée termina la sua Origine dei sentimenti morali. Progetti di matrimonio. Medita di abbandonare l'insegnamento. A maggio ritorna in Svizzera, dove lavora intensamente a Umano, troppo umano.
1878. In gennaio riceve da Wagner la partitura del Parsifal. Pubblica in maggio Umano, troppo umano.
Un libro per spiriti liberi, «consacrato alla memoria di
Voltaire in occasione della celebrazione dell'anniversario della sua morte». In agosto, sulla rivista Bayreuther Blatter, Wagner attacca, senza nominarlo, Umano, troppo umano nel terzo articolo della serie «Pubblico e popolarità».
Attende alla stesura di Opinioni e sentenze diverse, che uscirà nel 1879 come appendice a Umano, troppo umano.
1879. Pessime condizioni di salute. Dimissioni dall'Università di Basilea. In settembre primo soggiorno in Alta Engadina; appunti per Il viandante e la sua ombra, che esce nel dicembre, come «seconda e ultima appendice» a Umano, troppo umano.
1880. L'inverno «peggiore della mia vita» (Nietzsche). In febbraio lascia Naumburg per Riva del Garda e poi, in marzo, a Venezia con Peter Gast. Tra le letture, diversi studi sul cristianesimo. Pascal, Stendhal. In estate a Marienbad; da novembre si stabilisce a Genova.
1881. Pubblica Aurora. Pensieri sui pregiudizi morali. In maggio a Recoaro; in agosto primo soggiorno a Sils-Maria: «Primi d'agosto 1881 a Sils-Maria, a 6000 piedi al di sopra del mare e molto più in alto di tutte le cose umane!» (Nietzsche), primo annunciarsi del pensiero dell'«eterno ritorno all'eguale». Si alternano stati di depressione a stati euforici. Si occupa anche di problemi scientifici. In ottobre di nuovo a Genova, dove ascolta per la prima volta la Carmen di Bizet.
1882. In febbraio visita di Rée a Genova; il13 marzo Rée conosce a Roma, presso Malwida von Meysenbug, Lou von Salomé; sia Rée che la Meysenbug scrivono a Nietzsche della «giovane russa».
Ad aprile Nietzsche si reca a Messina, alla fi
ne del mese è a Roma,- dove conosce Lou; insieme a Rée e a Lou progettano un periodo di studi in comune. Prima e improvvisa domanda di matrimonio a Lou, non accettata. In maggio Nietzsche, Rée e Lou si recano in Svizzera; seconda domanda di matrimonio respinta. In giugno a Naumburg, in luglio a Tautenburg, dove termina La gaia scienza, che esce alla fine di agosto. In agosto Lou a Tautenburg, accompagnata da Elisabeth Nietzsche. Dissidi di Nietzsche con la madre e la sorella a causa di Lou. In ottobre a Lipsia ultimo incontro con Lou e Rée: i progetti del sodalizio di studi vengono formalmente ancora mantenuti. In novembre a Genova, e poi a Rapallo. In dicembre grave crisi nei rapporti con Lou e Rée, oltre che con la madre e la sorella; si accentua la depressione di Nietzsche. «Quest'ultimo boccone di vita è stato per me finora il più duro da. masticare ed è pur sempre possibile ch'io ne rimanga soffocato [...). Se non riesco a inventare l'espediente alchimistico di trasformare anche questo fango in oro, sono perduto» (lettera del dicembre a Overbeck).
1883. In gennaio attende alla prima parte di Cosi parlò Zarathustra, che esce in aprile. Il 13 febbraio muore a Venezia Richard Wagner. In maggio a Roma si riconcilia con la sorella. Rottura definitiva con Rée e Lou.
In agosto esce la se
conda parte dello Zarathustra. In settembre fidanzamento di Elisabeth con l'antisemita Bernhard Forster, conseguenti nuovi dissidi di Nietzsche con i familiari. Da quest'anno Nietzsche inizia a soggiornare l'estate a Sils-Maria e l'inverno a Nizza. A Nizza prime visite di Joseph Paneth, amico di Freud.
1884. In gennaio conclude la terza parte dello Zarathustra, prevista come conclusione dell'intera opera (esce in marzo). A Sils-Maria, in agosto, visita di Heinrich von Stein. A fine settembre, a Zurigo, conoscenza personale con Gotfried Keller.
1885. Lavora alla quarta e ultima parte dello Zarathustra, che appare in aprile in quaranta esemplari, stampati a proprie spese. In maggio Elisabeth sposa Bernhard Forster.
1886. Pubblica Al di là del bene e del male, Preludio di una filosofia dell'avvenire, inizialmente progettato come continuazione di Umano, troppo umano. Scrive le prefazioni per la nuova edizione di Umano, troppo umano e della Nascita della Tragedia (Tentativo di autocritica); lavora al quinto libro de La gaia scienza e alle prefazioni per la nuova edizione di quest'opera e di Aurora, che escono nel 1887. Carteggio con Hyppolyte Taine. La sorella e il marito si sono trasferiti in Paraguay.
1887. In settembre esce la Genealogia della morale. Conoscenza epistolare con Georg Brandes. Appunti in vista dell'opera, progettata e mai realizzata, La volontà di potenza. Tentativo di una trasvalutazione di tutti i valori, tra l'autunno di quest'anno e il marzo 1888; intense letture, tra cui Baudelaire, Goncourt, Tolstoi, Dostoevskij, Renan.
1888. Lezioni di Georg Brandes su Nietzsche all'Università di Copenaghen. Da Nizza il 5 aprile Nietzsche giunge a Torino, «il primo posto dove io sono possibile»; vi si trattiene fino al 5 giugno e vi ritornerà alla fine di settembre, dopo il soggiorno a Sils-Maria. Lavora al Caso Wagner, che verrà pubblicato in settembre.
Dai progetti della Volontà di potenza nascono due opere, Crepuscolo degli
idoli, terminata di stampare in novembre, ma destinata, nell'intenzione dell'autore, a uscire l'anno seguente, e L'Anticristo, conclusa alla fine di settembre e dalla fine di novembre considerata come l'intera Trasvalutazione di tutti i valori.
Da novembre lavora a Ecce homo, che termina nel mese successivo. Nello
stesso periodo attende a Nietzsche con tra Wagner, oltre ai Ditirambi di Dioniso. Progetti di traduzioni in più lingue di Ecce homo e dell' Anticristo; contatti epistolari con Strindberg, cui Brandes ha inviato il Caso Wagner. A dicembre
risalgono le prime idee della «grande politica».
1889. Terminati i Ditirambi di Dioniso. 3 gennaio: probabile crollo psichico di Nietzsche. «Biglietti della pazzia» a amici, principi regnanti; uomini politici, a Cosima Wagner, ecc. Una lettera del 6 gennaio a Burckhardt desta in quest'ultimo serie apprensioni, tanto che ne informa Overbeck. Immediata partenza di
Overbeck per Torino: Nietzsche è condotto a Basilea il 9 gennaio e ivi ricoverato nella clinica per malattie mentali. Il 18 gennaio, accompagnato dalla madre, viene trasferito nella clinica universitaria a lena. In Paraguay, suicidio di Forster per il fallimento della colonia.
1890. Dal 13 maggio nella casa di Naumburg, dove è assistito dalla madre e poi dalla sorella.
1895. Prima pubblicazione dell'Anticristo, con un titolo scorretto e la censura di quattro passi, nell'ottavo volume dell'edizione delle Opere di Nietzsche curata da Fritz Koegel.
1897. Morte della madre: la cura di Nietzsche è assunta da Elisabeth, che lo trasferisce a Weimar, dove aveva fondato, nel 1894, l'«Archivio Nietzsche».
1900. Muore il 25 agosto. Negli ultimi anni la sua opera ha già una risonanza europea.
1906. Edizione della Volontà di Potenza, arbitrariamente costruita da Elisabeth Nietzsche e Peter Gast con una preordinata e tendenziosa utilizzazione dei frammenti postumi.
1908. Prima pubblicazione manipolata di Ecce homo.

Aldo Venturelli

Commenti

Potrebbero interessarti