Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 La cultura, questa lieve corrente invisibile e ininterrotta di vita
cosciente, in cui Dante e Donatello non sono che spirali, è l'eternità.
Questa è l'eternità! Sei tu, mia bella musa!

Aforismi di Hermann Hesse

Tolstoj mi fa lo stesso effetto di Zola, Ibsen, Lutero, Hebbel e venti altri grandi:
quando li vedo mi devo togliere il cappello, ma sto meglio se non li vedo.

La grandezza spirituale di Tolstoj è imponente, egli ha udito la
voce della verità e la segue come un cane e come un martire, nel
largo e nello stretto, nel fango e nel sangue. A renderlo così brutto
è proprio il suo essere russo, questa pesantezza, questa tetraggine,
questa mancanza di cultura e mancanza di gioia che spesso rendono
poco godibile anche il dolce Turgenev.
I santi Martino e Francesco hanno predicato la stessa dottrina di
Tolstoj, ma, in loro, persona e dottrina sono chiare, elastiche e
rasserenanti quanto invece Tolstoj è cupo, scontroso e opprimente.
Forse, non lo nego, da lì verrà il rinnovamento del mondo,
ma prima che da questi germi amari, freschi e crudi, possa nascere
arte, essi dovranno maturare altri cent'anni e più.

Aforismi di Hermann Hesse

Di fronte ad opere d'arte appena nate o ancora in fieri, provo
sempre dolore, devozione e invidia al tempo stesso, perché,
immerso nella routine quotidiana, sono più lontano che mai dalla
mia opera, alla quale però ogni giorno anelo con maggiore struggimento.


Aforismi di Hermann Hesse

Credo che nessun uomo sia completamente ignaro dei motivi
della sua vita interiore e delle vere cause delle sue brame e delle
sue insoddisfazioni, trovando tenebre sempre più fitte, come colui
che osserva te sue emozioni più fugaci e segue la nascita di ogni
sentimento. E come se in questo modo il suo spaventato inconscio
si ritirasse ancor più entro i suoi confini e, angosciato, si sottraesse
completamente ad ogni sguardo, per quanto cauto.
So soltanto che la mia religione non è superstizione, che vale la
pena di osservare tutte le cose fisiche e spirituali esclusivamente in
rapporto alla bellezza, e che questa religione può donare estasi tali
che, per purezza e beatitudine, non sono seconde a quelle dei
martiri e dei santi.

Aforismi di Hermann Hesse

Per noi esteti i veri saggi sono in realtà gli unici nemici degni di
questo nome: solo loro conoscono con altrettanta profondità gli
abissi della vita quotidiana, la sofferenza per la volgarità, l'inginocchiarsi
davanti all'ideale, il reverenziale timore perla verità e la
spietata coerenza della fede. Dal tramonto degli antichi, che ormai
comprendiamo solo approssimativamente, ci sono sempre state
soltanto queste due strade per uscire dalla volgarità: io trovo che le
strade degli esteti e del Cristo si possano ripercorrere anche nella
storia della filosofia.

Aforismi di Hermann Hesse

Schopenhauer. Spesso ho la sensazione che finga e non abbia
ragione, senza che io sappia niente di meglio. O forse so qualcosa
di meglio, ma è troppo difficile e insensato per dirlo.

Clicca qui per tornare all'indice degli aforismi per AUTORE
Clicca qui per tornare all'indice degli aforismi per ARGOMENTO

Commenti

Potrebbero interessarti