07252014Ven
Last updateVen, 25 Lug 2014 8pm

San Francesco d'Assisi

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

La vita di San Francesco - Patrono d'Italia

San Francesco d'Assisi nacque ad Assisi nel 1182  e morì nel 1226. Giovanni Francesco Bernardone, figlio di un ricco mercante di stoffe, studiò  latino, francese e letteratura provenzale. San Francesco visse da giovane una vita spensierata e mondana; partecipò alla guerra tra Assisi e Perugia, prigioniero per un anno, si ammalò e la malattia lo indusse a cambiare vita.

 Francesco tornato ad Assisi nel 1205 si dedicò a opere di carità tra i lebbrosi.  Fece  restaurare edifici  in rovina, dopo aver avuto una visione di san Damiano d'Assisi che gli ordinava di restaurare la chiesa a lui dedicata.

Il padre di Francesco, non accettava questo cambiamento nella personalità del figlio e lo diseredò; Francesco si spogliò dei suoi ricchi abiti davanti al vescovo di Assisi nominato da Francesco arbitro della controversia. Per i tre anni successivi si dedicò alla cura dei poveri e dei lebbrosi nei boschi del monte Subasio.
 Nella cappella di Santa Maria degli Angeli, nel 1208, un giorno, durante la Messa, ricevette l'invito a uscire nel mondo e, secondo il testo del Vangelo di Matteo (10:5-14), a privarsi di tutto per fare del bene.

San Francesco nel 1219 andò in Terra Santa, fermandosi fino al 1220. Tornato in Italia,  si dedicò a terzo ordine dei francescani, i terziari. Sul monte della Verna nel settembre 1224, dopo 40 giorni di digiuno e sofferenza ricevette le stigmate.

Francesco dopo tante sofferenze divenne anche cieco.  
San Francesco, patrono d'Italia, venne canonizzato nel 1228 da papa Gregorio IX. Spesso viene  rappresentato nell'atto di predicare agli animali o con le stigmate.